Cattiva postura e mal di stomaco, risolviamo il problema

Acidità di stomaco, pancia gonfia, reflusso gastro-esofageo. Da un po’ di tempo vivi il momento del pasto non proprio serenamente: hai provato cambiando alimentazione, seguendo una dieta ad hoc, aumentando l’esercizio fisico. Niente.

Ti è mai venuto in mente che il problema potrebbe essere la postura?

Cattiva postura e mal di stomaco, un legame possibile

Il nostro corpo è una macchina sorprendente: organi, muscoli, arti, sistema nervoso, circolatorio e via dicendo, sono tutti collegati fra loro e influiscono in modo più o meno importante al benessere dell’organismo.

Per esempio, cervicale e stomaco sono collegati fra loro: le statistiche ci raccontano che la maggior parte delle persone che soffrono di cervicale hanno, infatti, in contemporanea problemi di digestione. Le cause possono essere molteplici, legate in primis alla cervicale ma anche al resto della schiena. Esploriamo meglio questa connessione, proviamo a capire come migliorare la situazione e tornare a tavola con il sorriso.

Cattiva postura e nervo vago

Hai mai sentito parlare del nervo vago?

Si tratta di una parte fondamentale del sistema nervoso che si trova alla base del cranio e attraversa il nostro corpo toccando collo, cuore, torace, stomaco, fegato. Il ruolo del nervo vago è notificare al cervello cosa succede al nostro stomaco, se è ok, se è infiammato, se non sta digerendo come dovrebbe. Se c’è qualche problema, il nervo vago si infiamma, coinvolgendo muscoli e organi circostanti, andando a intaccare anche il collo. In questo caso il problema legato al mal di schiena cervicale è alimentare: bisognerà modificare la dieta e correggerla da quello che la rende un disturbo.

Accade però anche il contrario: quando si soffre di un dolore cervicale intenso, legato a una cattiva postura, il nervo vago si infiamma allo stesso identico modo, irrigidendo i muscoli all’altezza dello stomaco provocando nausea e difficoltà nel mangiare.

Cattiva postura e reflusso gastroesofageo

Il reflusso gastrico è un disturbo che può coinvolgere anche la schiena. Quando è forte irradia fino alle scapole, lasciando credere alla persona di soffrire di una problematica posturale mentre, invece, si tratta dello stomaco.

Le cause del reflusso che condizionano anche la colonna vertebrale sono diverse:

  • abuso di alcool o farmaci;
  • fumo;
  • alimentazione sbagliata;
  • ansia e depressione;
  • ernia iatale.

In questo caso, lato mal di schiena, è possibile alleviare la tensione con massaggi rilassanti e decontratturanti, finché non si risolve il problema all’origine.

Postura e mal di stomaco, suggerimenti finali

  • Mantieni il corpo allenato facendo sport e movimento.
  • Attenzione alla postura quando cammini e quando lavori alla scrivania.
  • Cerca di non rimanere troppo tempo piegato in avanti comprimendo lo stomaco, magari quando leggi o ti rilassi sul divano.
  • Meglio dormire sul fianco sinistro.

Se pensi che la tua schiena e stomaco abbiano un problema connesso, contatta uno specialista che saprà darti le giuste indicazioni per risolvere e stare meglio.